Marigliano, una mamma: facciamo chiarezza sul servizio mensa

Redazione

MARIGLIANO - Alla luce dell’articolo pubblicato il 15 febbraio da Periferia 2030, riguardo la mensa scolastica, era doverosa una risposta dato il coinvolgimento del servizio in un calderone di problematiche di esclusiva competenza dell’amministrazione comunale  nonché di lotte politiche tra partiti.

E’ bene chiarire ai lettori che il servizio in questione è seguito da un organo, “la Commissione mensa”, che non ha alcuna identità politica.

 

 Rinasce con la Giunta Carpino, prosegue tutt’ora con la Giunta Iossa ed esiste a prescindere dal susseguirsi  delle amministrazioni elette.

Vi partecipano a rappresentanza del comune: l’assessore all’Istruzione,il responsabile dell’ufficio istruzione, i consiglieri di maggioranza e di opposizione; per le scuole: un genitore e un insegnante  di ogni plesso presente sul territorio; il responsabile della ditta che eroga il servizio; il responsabile di Agenzia Nolana, il consorzio di cui il comune di Marigliano è entrato a far  parte da qualche anno insieme ad altri comuni limitrofi.

Un organico variegato che risponde pertanto a tutte quelle che possono essere le diverse esigenze. Inoltre a rendere veritiero il tutto ci sono le numerose ispezioni effettuate dai genitori coinvolti, accompagnati dal Presidente di commissione e da un tecnico del comune, che verbalizzano lo stato delle cose, fino ad oggi con parere favorevole ( verbale regolarmente consegnato e depositato presso l’ufficio comunale preposto).

 

Chiaramente la perfezione non esiste, ci sono sempre miglioramenti da apportare, ma distruggere un intero sistema non è corretto soprattutto  nei confronti di coloro che a titolo gratuito donano il proprio tempo a beneficio di un’intera collettività.

A tal proposito si ringrazia il presidente  di Commissione  Emanuela Toscano, una mamma come poche che con impegno e serietà porta avanti un progetto in cui credere;

il responsabile di Agenzia Nolana il dott. Gambardella, figura inizialmente guardata con scetticismo in quanto il passaggio a questo Ente portava a pensare che potessimo perdere in servizi,  con  la sua disponibilità e prontezza nella risoluzione di problematiche, invece,  ci ha smentito, offrendoci maggiore qualità e uno sguardo verso il futuro con un ridotto impatto ambientale;

il responsabile e  gli impiegati comunali per la presenza concreta e collaborativa;gli insegnanti e i genitori tutti che come una squadra vanno avanti tenendo lontani pettegolezzi inutili che fanno solo del male alla nostra comunità.

 

Concludo rivolgendo un appello a coloro i quali hanno scritto il precedente articolo:

“ Le parole vanno scelte scientemente in quanto, in una situazione  come quella che stiamo vivendo , denunce pubbliche su criticità non veritiere, non fanno altro che destabilizzare genitori incerti, preoccupati e che oramai hanno sempre meno fiducia nelle istituzioni; ma soprattutto  mette in dubbio l’operato di chi le situazioni le vive in prima persona e non riscontra il malessere dichiarato.

In democrazia non tutte le scelte incontrano  il parere favorevole dell’intera collettività, ma non necessariamente sono sbagliate!

Dunque inviterei  a non distruggere quello che noi comuni cittadini abbiamo ottenuto con fatica, di cercare il dialogo e non lo scontro, tipico di una battaglia politica che non è un elemento distintivo di  questo organo e di risolvere eventuali dubbi e perplessità nelle sedi opportune senza strumentalizzazioni.”

  Una mamma G. Angela

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore