Lauro, il governo locale nell ’ età borbonica

Mariateresa Buonfiglio

Dai documenti rinvenuti presso l’A.S. di Caserta e Avellino e presso il Comune di Lauro, emerge come un piccolo paese affronta e vive le vicende storiche locali, distrettuali e provinciali, ovvero come la microstoria si interseca con la macrostoria.

LAURO - Domenica, 9 aprile 2017, ore 18,30 presso la Sala San Filippo Neri a Lauro, verrà presentato il libro "Il Governo del territorio nella prima metà dell’800 in Terra di Lavoro - Il caso significativo dello Stato della Terra di Lauro".

Questo nuovo contributo sulla storia di Lauro completa le varie ed articolate iniziative, sottolinea il dott. Antonio Bossone nella prefazione al testo, “avviate in questi ultimi anni da singoli studiosi, da associazioni culturali locali e dallo stesso Comune di Lauro; iniziative, intese a squarciare le fitte nebbie, che ancora oggi avvolgono la storia di Lauro, ridisegnandone i contorni e ricostruendola lettera, frammento dopo frammento, per recuperare così le piccole e grandi vicende che hanno segnato, nella loro quotidianità, la vita delle nostre comunità nel corso dei secoli.[…] Per questo motivo è un libro, che coinvolge e appassiona e per questo ne raccomando la lettura non solo ai ragazzi e ai giovani, ma anche agli adulti, affinché i fatti qui raccontati rimangano vivi nella memoria di tutti.

“E l’intento di questo nuovo saggio, continua la prof.ssa Florisa Siniscalchi,  è quello di vagliare la gestione amministrativa lauretana nella prima metà del 1800; gestione contrassegnata da una rapida riorganizzazione delle strutture istituzionali locali, provinciali e centrali,nata all’ombra dei Napoleonidi (1806-1808) e maturata con i Borbone nel corso della prima metà dell’800”.

Si tratta pertanto di un’importante opera, molto ben curata e scritta a quattro mani dal professor Giuseppe Buonfiglio e da suo figlio Antonio e prodotta dal comune di Lauro; ricostruisce letteralmente, frammento dopo frammento, le vicende – piccole e grandi - che hanno segnato la vita amministrativa dell’intera comunità lauretana e i suoi rapporti con il governo distrettuale, provinciale e centrale.

Sostanzialmente, si divide in tre parti; la prima parte analizza il ruolo della classe dirigente del Comune di Lauro nella prima metà dell’800 (sindaci, amministratori, impiegati comunali ect) e i meccanismi di gestione del governo locale da parte della “borghesia, che, chiamata a sostituire il vecchio ceto feudale, continua il dott. Bossone, fallisce nel compito assegnatole, rivelando tutta la sua incapacità nell’esercitare una vera e propria egemonia sul resto della società e, soprattutto, nell’indicare ed imporre prospettive e soluzioni di rapido e sicuro sviluppo socio-economico”.

Questi temi, trattati da Antonio Buonfiglio, hanno costituito il nucleo centrale della sua tesi di laurea in Scienze politiche (Università Federico II di Napoli).

La seconda e terza parte tratta l’organizzazione politico-amministrativa del Distretto di Nola e della Provincia di Terra di Lavoro (Intendenti, Sottointendenti, Presidenti e Consiglieri provinciali e distrettuali) e del peculiare  intreccio  tra  localismo  e  centralismo istituzionale.

Autore Giuseppe Buonfiglio.

 

Ne parleranno con gli Autori:

Dott. Antonio Bossone, sindaco del Comune di Lauro

Prof.ssa Florisa Siniscalchi, assessore alla Cultura del Comune di Lauro

Dott. Fiorentino Alaia, Direttore Archivio di Stato di Benevento

Prof. Paolo Romano, Docente alla Link Campus University

Rino Caputo, Preside Facoltà di Lettere Università "Tor Vergata", Roma

Sebastiano Maffettone, Filosofo, Consigliere Delegato alla Cultura Regione Campania.

Modera l’incontro Pietro Luciano, Direttore Meridiano on-line.

Concludono gli Autori.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



In Evidenza