NCO Le radici del male: presentazione del libro di Catello Maresca

Paolo Isa

Domani ore 10,30 diretta streaming facebook "Centro Studi la Contea"

L’appuntamento è per domani alle ore 10,30 in diretta streaming con l’onorevole Edmondo Cirielli, Luciano Schifone, presidente del Circolo La Contea, Don Aniello Manganiello e Antonio Arzillo che presenteranno, insieme all’autore, il sostituto procuratore presso la Direzione distrettuale antimafia di Napoli, Catello Maresca, il libro: “NCO Le radici del male”. 
 
Una potente ricostruzione narrativa del fenomeno camorra, dagli anni settanta ai giorni nostri: dall’avvento di Cutolo fino ai casalesi, come solo un magistrato da sempre in prima linea nella battaglia contro camorra e criminalità organizzata avrebbe potuto rivisitare e ricostruire in maniera  puntuale e precisa. 
 
Il dibattito sarà moderato dal giornalista de “Il Mattino”, Valentino Di Giacomo. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming su facebook da “ilSud24.it”, “Centro Studi la Contea” e sul profilo facebook di Luciano Schifone. 

 

 

Trama: Si sono dati la caccia per una vita: uno per arrestarlo, l'altro per ucciderlo. Si sono cercati, inseguiti: il magistrato e il camorrista, Francesco e Antonio. Trent'anni dopo, eccoli l'uno di fronte all'altro in un carcere di massima sicurezza. Il pm cinquantenne, generazione post ideologica figlia del boom economico: ha studiato Legge, Francesco, quando ha capito che i suoi sogni erano condizionati dai colpi dei clan, che si abbattevano anche sulla vita di famiglie borghesi, estranee alla camorra; e Antonio, il capo dei casalesi, in grado di abbattere la NCO di Cutolo, ma anche di rinnovarsi dopo l'omicidio Bardellino. Interrogatorio fiume, scorrono immagini feroci nella mente di Francesco: le lacrime di ragazzino, per il rogo della discoteca dei sogni, la mitica Seven up; il senso di impotenza dopo la morte di Giancarlo Siani; il grido di dolore di padre Rapullino, dopo l'omicidio del piccolo Nunzio Pandolfi; Disneyland che lascia Caserta per Parigi; e ancora morti misteriose di donne e uomini ingoiate dalla terra dei fuochi. Davanti a lui, uno dei responsabili di tutto ciò, che nel confessare si rivede, con nostalgia, da giovane nella pineta di Castel Volturno, assieme a una turista, prima di trasformare quel paradiso in una discarica europea. Storie vere, prospettive diverse, persone drammaticamente simili a quelle che hanno segnato la storia di bene e male dalle nostre parti. Storie che fanno di "NCO, le radici del male" una potente ricostruzione narrativa del fenomeno camorra dagli anni Settanta ai giorni nostri: dall'avvento di Cutolo (con il giuramento di Palillo) al sequestro Cirillo e all'omicidio del vicequestore Antonio Ammaturo, fino alla nascita della camorra casalese. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Paolo Isa >>




Articoli correlati



Altro da questo autore