IL SILENZIO E' D'ORO (anche se non sempre)

Ercole Capuozzo

  • "la nostra Società è nemica del silenzio"
  • "Il nostro è un tempo senza silenzio, senza armonia; è un tempo colmo di convulso fragore"
  • "La nostra è una cultura che enfatizza l'io rispetto al tu o al noi".


Così alcuni sociologi. Hanno ragione? Penso proprio di si.
Oggi, tutti amano parlare. Ognuno si bea del proprio dire. E non importa quel che si dice, come si dice e che l'interlocutore non solo non interloquisca, ma nemmeno ascolti, e sta lì solo perché non ha il coraggio di andarsene e aspetta una pausa per farlo.
Il suo silenzio è parlante. Sì, perché il silenzio è un linguaggio. A seconda del contesto, esso indica un particolare stato d'animo: insofferenza, indifferenza, paura, disprezzo, sorpresa, assenso, sopportazione, timidezza, ignoranza, arroganza, ammirazione, ostilità, e altro ancora. <br>Inoltre, è il silenzio che ci salva dai tanti messaggi da cui siamo investiti, ed è esso che rende possibile il dialogo. Infatti, se insieme all'altro parlo anch'io, che dialogo è? Ma il silenzio richiede ascolto. E tale cosa, non è tanto di moda. Così, il venir meno del silenzio, che alcuni imputano al proliferare dei mezzi di comunicazione di massa, sta rendendo molto esile nell'uomo la capacità di ascolto.
E ciò è assai grave perchè non solo non si ascolta l'altro, cosa molto importante per lo sviluppo del pensiero critico e della riflessione, ma perché sta venendo meno anche quell' ascolto interiore che ci avvicina a noi stessi, all'intimo della nostra coscienza, al divino. (La preghiera, dice Kierkegaard, è soprattutto ascolto interiore). Perciò, impariamo ad ascoltare.
L'ascolto è uno strumento conoscitivo di grande importanza. E contribuisce a farci realizzare quell'apertura agli altri che, con tanto amore, predicava Hölderlin nei suoi versi. Nella comunicazione, infine, il silenzio aiuta anche ad acquisire chiarezza comunicativa ed espressiva. E non è poco.
E poi è bello, ogni tanto, specialmente oggi, in cui sul suono prevale il rumore, sentire la sua voce.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Ercole Capuozzo >>




Articoli correlati



Altro da questo autore