Casalnuovo, corso contro il rischio di soffocamento dei bambini

Nicola Riccio

Ecco il corso tagato Rotary. Semplici manovre che possono fare la differenza nella tutela della vita.

CASALNUOVO DI NAPOLI - “ E’ fondamentale comprendere che la maggior parte dei decessi e degli esiti dovuti ad inalazione di corpi estranei nei bambini puo’ essere facilmente evitata se i primi soccorritori fossero formati e sapessero cosa fare , come farlo e quando farlo . Lo scopo del corso è stato, appunto, quello informare , formare  e di far intervenire in modo corretto in un evento drammatico che , se non risolto immediatamente, puo’ portare ad esiti fortemente invalidanti, fino alla morte.” Queste le parole del dott. Alfredo Pecoraro, presidente del Rotary Club Nola Pomigliano d’Arco, a corredo dell’incontro promosso, in collaborazione con i Lions Acerra Valle di Suessola, l’ Inner Wheel Nola Pomigliano d’Arco, la SO.LA.VI onlus di Marigliano , il Rotaract Nola Pomigliano d’Arco e l’Istituto Comprensivo Statale “ Aldo Moro “ di Casalnuovo di Napoli , nella giornata di martedì 11 aprile  finalizzato alla diffusione della conoscenza delle “ manovre di disostruzione  “ delle vie aeree.

Hanno partecipato all’evento formativo quasi 80 persone, tra insegnanti e personale di supporto, che hanno potuto non solo acquisire informazioni utili ai fini preventivi ma anche imparare praticamente le manovre di disostruzione mediante l’utilizzo di appositi manichini. Nel corso della giornata sono state spiegate e praticate anche le manovre di disostruzione negli adulti.

I DATI

Fra i bambini da zero a quattro anni il soffocamento da corpo estraneo è la seconda causa di morte dopo gli incidenti stradali; ogni anno muoiono circa 50 bimbi per un boccone andato di traverso, quasi un bambino a settimana.

Secondo i dati ufficiali dell’ISTAT, il 27% delle morti classificate come “ accidentali “ nei bambini da 0 a 4 anni avviene per soffocamento causato da inalazione di cibo. I palloncini di lattice sono il principale elemento non alimentare che provoca la morte per soffocamento nei bambini ( 29% ).

In Italia mancano dati epidemiologici, ma secondo l’Istituto Superiore di Sanita’ ogni anno si verificano circa 450 episodi di inalazione da corpo estraneo, di cui circa 300 nei bambini al disotto dei 14 anni.

 L’incidenza maggiore si osserva nei bambini fra i 12 ed i 36 mesi di eta’, il 65% delle vittime sono bambini da 2 mesi a 2 anni di eta’. Passando nelle fasce di eta’ 5-9 anni e 10-14 anni, la percentuale di morti per soffocamento diminuisce progressivamente ( 11,5% e 4,7% ), ma rimane comunque una delle piu’ significative tra le cause accidentali.

I bambini di eta’ inferiore a tre anni sono a piu’ alto rischio di ostruzione delle vie aeree per i seguenti motivi: lo sviluppo delle vie aeree è ancora incompleto, manca la capacita’ di masticare in modo efficace il cibo per sminuzzarlo in pezzi facilmente ingeribili, il meccanismo della deglutizione è ancora poco sviluppato, manca l’esperienza per coordinare i muscoli della deglutizione o interrompere un potenziale episodio  di soffocamento.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250