San Vitaliano, la Beethoven nella Giornata della Memoria : proponiamo modelli positivi come metodo di convivenza civile

Nicola Riccio

SAN VITALIANO – San Vitaliano ricorda le vittime della Shoah.  “ lnsegniamo che ”provare indignazione per le ingiustizie rende l'uomo migliore e più libero”, che "scegliamo noi da che parte stare” perché ogni persona può lottare per l’affermazione del Diritto, qualsiasi ruolo rivesta!”

Questo il commento della docente De Sena dell’Istituto Comprensivo Omodeo-Beethoven in occasione del Progetto "Educare alla memoria ed alla Legalità” che affronta la difficile tematica dell’Olocausto in tutti i suoi aspetti e che rappresenta , ormai da diversi anni, una tappa del percorso educativo della scuola locale.

“ Insieme ai docenti, - afferma l’insegnante - gli alunni di Scuola Primaria e Secondaria di primo grado, attraverso letture, approfondimento di fatti storici, analisi di articoli della Costituzione Italiana, canti di brani leggendari, oltre al nostro Inno, espressioni varie di arte e creatività, tracciano responsabilmente percorsi storici di Memoria che aiutino a ritrovare Ie radici nella nostra Carta Costituzionale, per affermare la Cultura della Legalità. Tutto si colloca nel nostro Piano dell'Offerta Formativa che promuove una cultura convinta della necessità di superare ogni chiusura per una rinnovata capacità di impegno civile.

 

“ La nostra Scuola, ancora una volta, - chiude la De Sena - cerca di proporre modelli positivi a cui legarsi, tra Memoria e Cultura della Legalità, che permettano il realizzarsi dei Valori della Persona, della dignità dell’uomo, dei Diritti umani, dei principi di Libertà, Eguaglianza, Democrazia, Verità, Giustizia, come Metodo di convivenza civile, ma soprattutto, di responsabilità”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250