Saviano . Impetus 7 . 1 per un tifo da Sanremo

Antonio Iannucci

Il testa coda in casa della prima della classe è un’impresa pressoché impossibile per la compagine di Scisciano che nonostante tutto si presenta al Peppino Pierro con una chiara strategia tattica: tutti a difesa del proprio portiere per evitare la goleada. 
 
Dopo i primi 45 minuti la tattica sembra essere quasi corretta in quanto i lupi non riescono ad andare oltre il minimo vantaggio di 1-0 grazie alla zampata da “rapinatore d’area di rigore” di Cristiano e nonostante le tante occasioni non concretizzate. 
 
Il secondo tempo è tutt’altra musica: i nero verdi entrano in campo ancora più determinati, mentre gli ospiti hanno quasi terminato la benzina avendo dato tutto e oltre nella prima frazione. 
 
L’epilogo è pressoché scontato per gli uomini in arancio che non hanno altra scelta che prendere il pallottoliere e portare il conto di un elenco che sembra essere quasi la distinta di gara dei padroni di casa. A Cristiano si aggiungono Lucci, Falco N., Romano, Nappi, Tarantino e Della Marca. L’omaggio di Listo a Carrelli nell’inframezzo degli ospiti che concorre a formare il definitivo 7-1, è solo un piccolo tentativo di animare una gara a senso unico ad una porta e si può, senza dubbio, attribuire all’inoperatività a cui è stato chiamato ieri l’estremo savianese. 
 
Da sottolineare la simpatia con cui gli ultras hanno messo in luce la loro sportività e la loro voglia di calcio, quando, in occasione del 1-0 il portiere ospite è rimasto vittima di un infortunio che lo ha costretto ad alcuni minuti di cure mediche. Gli ospiti si erano presentati a Saviano privi di un secondo portiere al che i supporters nero verdi hanno ben pensato di intonare: “la la la la ve lo diamo noi, ve lo diamo noi, il portiere ve lo diamo noi, la la la la”. 
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250