Saviano vs Sanmaurese: la Coppa va alla Citta ' del Carnevale

Antonio Iannucci

SAVIANO - Quando i riflettori si spengono sulle stelle del calcio della TV e su altri mondi che i comuni mortali possono solo osservare da lontano e commentare senza una reale cognizione di causa, ecco che scende in campo il calcio vero, quello sentito, quello giocato da uomini che vanno a lavorare per arrivare a fine mese e che per puro diletto fanno sacrifici giorno per giorno pur di alimentare la loro passione di dare calci al pallone.

Quando questa passione si incrocia con la passione di persone che vogliono organizzare un qualcosa di vincente ecco che si creano società come quella del Saviano calcio.

Ieri, sullo splendido palcoscenico in sintetico di Baronissi, è andata in scena la finale di Coppa Campana di II Categoria che ha visto di fronte le 2 regine della categoria del 2016/17, ovvero il Saviano e la Sanmaurese.

I supporters savianesi, hanno letteralmente riempito il settore a loro dedicato regalando una cornice ed un sopporto ai propri beniamini encomiabile al punto che una parte del risultato sportivo raggiunto può tranquillamente essergli attribuito. Dall’altra parte i supporters cilentani, in numero ampiamente inferiore, hanno comunque fatto la loro parte, facendosi sentire per quel che gli è stato possibile.

La partita arbitrata con un metro al quanto discutibile dal signor Coppola di Castellammare e dai suoi collaboratori ha visto in campo 2 formazioni più che diligenti con la Sanmaurese a tenere le redini del palleggio ed il Saviano a creare le azioni più pericolose tant’è che nel primo tempo gli unici tiri in porta sono dei nero verdi.

Dopo 2 buone opportunità è Tarantino, al 24° minuto, a mandare in visibilio la tribuna locale con un tiro da cineteca, che da posizione angolata, all’incirca dall’angolo sinistro dell’area di rigore, lascia partire una parabola che rende inutile il volo dell’estremo avversario insaccandosi nell’angolo opposto alla sua destra a coronamento di una splendida azione corale di contropiede.

Da lì in poi i lupi si concentrano nella difesa del risultando cercando di colpire di ripartenza grazie ai suoi velocisti Nappi e Tarantino e bomber Lucci.

Il primo tempo si chiude nel pieno controllo del risultato del team savianese che non sfrutta un’altra buona opportunità con Lucci prima della fine della prima frazione.

 

Il secondo tempo si apre con la Sanmaurese a premere sull’acceleratore come prevedibile grazie anche al nuovo assetto a trazione anteriore conferito da mister Altobello, anche se il pressing non riesce a creare nulla di concreto fino al 38° ovvero quando il direttore di gara decide di ergersi a protagonista ed assegnare un discutibilissimo penalty alla Sanmaurese per un tocco di mano di Falco S. su un cross avversario da posizione molto ravvicinata e con braccio attaccata al corpo e comunque in un naturale movimento che non lascia intendere alcuna intenzione di intercettare il pallone fallosamente.

Dal dischetto si presenta il numero 18 Volpe P. che non sbaglia e manda tutti alla lotteria dei rigori, che per quanto visto in campo potrebbe essere anche giusta, ma per quanto riguarda il computo delle occasioni create punisce oltremodo la compagine di mister Rainone.

 

I rigori sono un duro colpo per i numerosi tifosi giunti dalla provincia napoletana che già pregustavano il dolce sapore della vittoria ed invece devono subire la sequenza di penalty dall’esito sempre incerto.

Dopo 3 rigori a testa è tutto in parità con 3 realizzazioni per parte, ma al 4° per la Sanmaurese è Listo a parare il penalty ed a far intravedere la luce se non fosse che Della Marca, al 5° e decisivo tiro stampa il pallone sul palo esterno mandando tutti ad oltranza e per la seconda volta facendo sfumare la coppa ormai tra le mani di capitan D’Oria.

Occorrono altri 3 rigori segnati a testa per permettere a Listo, acclamato con vigore dai sostenitori savianesi a compiere un secondo miracolo, di indossare nuovamente il mantello e questa volta per volare alla sua sinistra e deviare il 4° penalty ad oltranzae mettere sui piedi di Cristiano il match point. Il terzo tentativo è quello giusto, contando anche il pareggio ormai insperato nei 90 minuti, per dare libero sfogo a tutti i festeggiamenti prima in campo con la premiazione, poi lungo l’autostrada fino ai caroselli nella città del Carnevale per incoronare la vera, unica regina della regione in una giornata da scrivere negli almanacchi del calcio e da poter raccontare ai propri figli e nipoti.

 

A beneficio dei pochi assenti a Baronissi la gara minuto per minuto:

Inizia la partita con 7 minuti di ritardo;

10°: Saviano vicinissimo al gol con Cristino che nell’area piccola schiaccia troppo un cross dalla sinistra ed il pallone sorvola la traversa;

18°: Tiro da sinistra di Falco N. portiere che non trattiene in un primo momento, ma che recupera prontamente anticipando Lucci già pronto per il tap-in;

24°: Goooooool Saviano: azione dal manuale del calcio con il Saviano in contropiede: pallone che giunge a Tarantino sul vertice alto di sinistra dell’area di rigore, controllo e tiro ad incrociare con una traiettoria parabolica che sorvola il tuffo dell’estremo avversario e si insacca alle sue spalle;

35°: Lucci servito in area di rigore, da buona posizione spalle alla porta, si gira, ma calcia alto.

38°: Sostituzione Sanmaurese: esce il n°6 Magnanelli entra il n°17 Bertolini per dare più vigore alla manovra offensiva.

43°:Ammoniti il n°4 Maffongelli ed il n°17 Berolini e viene allontanato un componente della panchina della Sanmaurese;

49°:Dopo 4 minuti di recupero finisce la prima frazione di gioco.

 

2° Tempo

2°: Calcio di punizione per la Sanmaurese dal limite dell’area: Lombardi spara fuori;

6°: Alto calcio di punizione per la Sanmaurese con Lombardi che questa volta tira alto;

7°: ammoniti sia Falco S. n°3 che Tarantino n°11 del Saviano;

8°: Listo smanaccia un cross che termina sui piedi di Bertolini che si coordina male calciando a lato;

10°: sostituzione Saviano fuori Nappi che aveva stretto i denti dopo un duro colpo subito nel primo tempo e dentro il n°18 Vecchione;

12°: tiro ad incrociare del nuovo entrato Vecchione che termina sul fondo;

13°: sostituzione Sanmaurese esce il n°11 Amendola, entra il n°18 Volpe P.;

19°: sostituzione Saviano esce il n°11 Tarantino, stremato e colpito dai crampi, entra il n°14 Romano;

22°: ammonito Cristiano tra le fila del Saviano;

30°: Allontanato mister Altobello e sostituzione Sanmaurese esce il n°2 Petillo, entra il n°13 Volpe N.;

34°: Clamorosa occasione per Lucci, che dimenticato dalla difesa ospite in posizione centrale stoppa di petto mettendo giù il pallone, ma calcia troppo frettolosamente alto sulla traversa. Forse non si aspettava un simile regalo o magari pensava di essere in fuorigioco;

38°: Gol Sanmaurese su rigore concesso per fallo di mano di Falco S. quanto meno discutibile;

39°: ammonito il n°8 Vassallo della Sanmaurese;

46°: sostituzione Saviano esce il n°6 capitan D’Oria, entra il n°17Della Marca;

49°:Dopo 4 minuti di recupero finisce la seconda frazione di giocoe si va ai rigori con il punteggio di 1-1;

Sequenza dei penalty:

1° rigore n°3 Lombardi (Sanmaurese): Gol

1° rigore n°5 Sepe (Saviano): Gol

2° rigore n°5 Rossi (Sanmaurese): Gol

2° rigore n°10 Addeo (Saviano): Gol

3° rigore n°18 Volpe P. (Sanmaurese): Gol

3° rigore n°8 Falco N. (Saviano): Gol

4° rigore n°9 Esposito (Sanmaurese): Parato

4° rigore n°18 Vecchione (Saviano): Gol

5° rigore n°4 Maffongelli (Sanmaurese): Gol

5° rigore n°17 Della Marca (Saviano): Palo

Ad oltranza

6° rigore n°8 Vassallo (Sanmaurese): Gol

6° rigore n°9 Lucci (Saviano): Gol

7° rigore n°13 Volpe N. (Sanmaurese): Gol

7° rigore n°14 Romano (Saviano): Gol

8° rigore n°7 Ferrazzano (Sanmaurese): Gol

8° rigore n°3 Falco S. (Saviano): Gol

9° rigore n°17 Bertolini (Sanmaurese): Gol

9° rigore n°2 Cristiano (Saviano): Parato

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



Martino Liquori
test 300x250
In Evidenza
test 300x250