Il Saviano battuto 2 a 1 in casa

Antonio Iannucci

Non serve fare esordire il nero verde

 SAVIANO - Domenica triste al Peppino Pierro di Saviano. I lupi devono registrare la seconda battuta d’arresto che non è altro che l’epilogo di una prestazione non del tutto positiva.

 All’ingresso in campo, come ospite d’onore, è la nuova maglia nero-verde a strisce sottili, una vera e propria opera d’arte che non aspetta altro che di essere portata in trionfo dai giocatori che la indossano.

 La squadra avversaria, la Torrese, non ci sta a rendere la vita semplice ai beniamini di casa al punto da farsi rispettare fin dai primi minuti.

 Con il passare del tempo la gara non sembra voler prendere nessuna direzione se non fosse per un errore abbastanza grossolano della difesa di casa che respinge un cross avversario, non lateralmente, ma centralmente, servendo un assist per un comodo tiro al volo dal limite che si insacca imparabilmente.

 La reazione dei savianesi è veemente e le occasioni cominciano a diventare tante, ma protagonista è sempre la mancanza di mira che, in questa nuvolosa domenica di Saviano, sembra annebbiare la vista che punta ai pali avversari provocando anche un po’ di nervosismo che non fa altro che fruttare qualche superfluo cartellino.

 Arriva qualche goccia di pioggia sul polveroso terreno di gioco a tentare di pulire gli occhi delle punte di casa, ma è insufficiente e così si va verso il duplice fischio sotto di un gol.

 Lavata di testa ed in campo con altra mentalità. Bastano pochi giri di lancette e Nicola Falco, sembrato un po’ indietro dal punto di vista fisico, per decidere di mostrare la sua tecnica insaccando una punizione dal limite facendo percorrere al pallone una traiettoria che sorvola la barriere e, disegnando un arco perfetto degno del miglior Giotto, è costretta a fermare la sua corsa solo perché trattenuta dalla rete fissata ai pali dell’incolpevole portiere ospite.

 Quando sembra che l’inerzia della gara potesse cambiare rotta, le iniziative di casa si infrangono contro la coriacea difesa di casa e nella fase finale arriva il secondo errore che condanna alla sconfitta la formazione locale.

I 3 punti in classifica, fermi ormai lì da 2 turni, non coincidono con quelle che erano le aspettative della dirigenza e dei numerosi tifosi savianesi guidati da un folto gruppo ultras. La corta classifica mette in luce l’assenza di una compagine in grado di “ammazzare il campionato”, ma allo stesso tempo che ogni gara nasconderà insidie non indifferenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Iannucci >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250