La Mariglianese in Serie D. Campioni dentro e fuori il rettangolo di gioco.

Antonio Credendino

Ischia e Mariglianese si regalano applausi a fine gara. Il gol di Diego Petrarca scrive la storia.

Ischia. Corre il minuto 95’, zona recupero, la sfera giunge all’isolano Florio sulla destra di poco fuori area, in zona ci sono Manuel Lettieri e Massimiliano De Angelis, ma Manuel viene distratto da Santinelli di Bergamo, lo vede che alza il fischietto ad altezza della bocca, Massimiliano se ne accorge e segue lo sguardo del compagno. Il direttore di gara emette il primo del triplice sibilo, neanche il tempo di aspettare il terzo, lasciano l’avversario sul posto ed inizia il rincorrersi dei diciotto per il terreno di gioco tra abbracci e pianti. LA MARIGLIANESE È IN SERIE D. Mr. Luigi Sanchez si alza dalla panchina frastornato, quelli con lui lo accerchiano per un abbraccio liberatorio. L’allenatore mariglianese si dirige verso la tribuna occupata dai suoi supporters accorsi al “Mazzella” numerosi, ma ad un certo punto si ferma e torna indietro. Ancora non ha abbracciato i suoi quando si avvia verso la tribuna isolana, le gradinate sono occupate da almeno duemila ischitani. Il condottiero di questa impresa applaude i tifosi locali, si inchina ed invia baci di ringraziamento per la sportività che manifestano malgrado la sconfitta. I venerati si alzano e ricambiano con un lungo applauso di alcuni minuti. Questo momento così profondo di sportività si fonde con il successo storico al culmine di un campionato vinto con programmazione, merito, ed umiltà. Gli artefici di questa impresa sono loro, i ragazzi che con sacrificio, umiltà e passione, hanno combattuto contro tutto e tutti. Una Società quella del Presidente Antonio Abete che parte dalla Terza Categoria per arrivare oggi in Interregionale senza disputare una, una sola gara nello stadio di Città, quindici anni di trasferte.  Lo Sponsor “Netgroup” dei fratelli Michelangelo e Giuseppe Esposito Mocerino, sempre accanto alla Società pronta a sposarne idee ed obiettivi. Un Direttore Sportivo Orlando Stiletti che nonostante la giovane età, ha già in bacheca tre campionati vinti di Eccellenza, vero conoscitore di talenti con occhio ai bilanci della Società. Mr. Sanchez, un allenatore preparato ed umile e mai banale, ha superato un girone di qualificazione con metà delle gare senza quattro titolari, nessuno se è mai accorto. Tutto lo staff, allenatore in seconda Antonio Orefice, preparatore atletico Raffaele Scialò, preparatore dei portieri Salvatore D’Urso, fisioterapista Antonio Iaselli, i magazzinieri Sabatino e Gaetano Ammirati. I protagonisti, i calciatori  Angelo D’Auria, Michele Peluso, Massimiliano De Angelis, Raffaele Selva, Giovanni Liberti, Francesco De Giorgi, Diego Petrarca, Dino Prevete, Manuel Lettieri, Alessandro Malafronte, Antonio Battaglia, Achille Aracri, Gianfranco Scarparo, Felice Gaetano, Adriano Barbarisi, Granato Roberto, degli under Alessio Cafariello, Alessandro Falco, Luca Palumbo, Luigi Donnarumma, Matteo Sena, Gabriele Visone, Franco Gallicchio, Liberato D’Angolo. Non ultimi, il segretario e team manager Dino Manzone, ha organizzato la trasferta con il soggiorno ad Ischia in 24 ore. Il reporter di bordo campo Marco Credendino, circa 4000 le foto nell’ultima gara. Il dirigente Saverio Monda con particolare dedizione alla grafica sui social. L’addetto alla comunicazione Antonio Credendino. Per quanto riguarda la gara, Ischia e Mariglianese si equivalgono nella prima frazione mentre si sblocca solo all’inizio del secondo tempo. De Angelis su calcio d’angolo per l’inserimento dalle retrovie di Petrarca sul secondo palo. Lo stacco di testa piega le mani al portiere e la palla si deposita in rete per lo 0-1. Per il resto della gara è solo accademia. La Mariglianese è tra le grandi. Nell’ultima gara in casa c’era il pubblico delle grandi occasioni, come la sera del rientro, il centro cittadino è teatro dei festeggiamenti. Finalmente Marigliano sta cominciando ad abbracciare la squadra di calcio. Questa Mariglianese porterà alto in Italia, il nome della sua città in nome e per conto dei suoi cittadini, di tutti i cittadini, detrattori compresi.

Ischia: Di Chiara, Florio, Buono, Arcamone (65' Trani), Chiariello, Monti, Pesce (46' D'Antonio), Trofa, Saurino G .(65' Rubino), Sogliuzzo (38' Saurino C.) Castagna (73' Pistola). All.: Monti rubino trani

Mariglianese: D'Auria, Peluso, De Angelis, Liberti, De Giorgi, Petrarca, Prevete (88' Sena), Lettieri, Malafronte (72' Barbarisi (90' Battaglia)) Aracri ( 93' Granato) Scarparo. all'. Sanchez.

 

Arbitro: Matteo Santinelli di Bergamo

 

 

Assistenti: Raffaele Cecere di Caserta e Steven La Regina di Battipaglia

Reti. 55' Petrarca

Ammoniti: Pesce, De Giorgi, Liberti, Petrarca, Florio

 

Nella foto di Marco Credendino: Diego Petrarca

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Credendino >>




Articoli correlati



Altro da questo autore