Il Napoli è una macchina da guerra: Osimhen, Fabiàn e Zielinski travolgono la Sampdoria

Giuseppe Lombardi

Eccellente la prova di Anguissa

Nel posticipo della quinta giornata di campionato il Napoli affronta la Sampdoria allo stadio Luigi Ferraris di Genova. Azzurri in campo con il 4-3-3 con Lozano e Insigne accanto ad Osimhen. I blucerchiati rispondono con un 4-4-2 con il tandem offensivo composto da Caputo e Quagliarella.


Nella prima frazione di gioco gli ospiti si rendono pericolosi al settimo con un lancio perfetto di Insigne che imbecca Osimhen in profondità: il nigeriano parte verso la porta ma si fa murare da Audero. Al decimo il Napoli passa in vantaggio: Osimhen recupera palla nella metà campo avversaria e scarica per Insigne, il quale allarga il compasso e serve proprio il centravanti nigeriano che la mette dentro con un destro volante. Nove minuti dopo la Sampdoria risponde con una conclusione dal limite di Adrien Silva che costringe Ospina ad un intervento mostuoso. Un solo giro di lancette e Yoshida la colpisce di testa in occasione di un corner e Ospina compie ancora un miracolo. Al ventiduesimo Caputo scarica per Candreva, il quale tira con il destro trovando ancora la risposta dell'estremo difensore azzurro. Gli uomini di D'Aversa continuano a spingere e al trentacinquesimo è ancora Candreva a sfiorare la rete con un tiro dal limite che termina di poco alto. Finale di tempo di marca partenopea: prima Insigne va vicino al bersaglio grosso con un destro a giro parato da Audero, poi serve perfettamente Fabiàn Ruiz che prende la mira dalla distanza e la mette all'angolino basso alla destra di Audero. Si va così all'intervallo sul punteggio di 0-2.


Nella ripresa entra in campo Manolas in luogo di Rrahmani. Al quinto i partenopei raddoppiano: Anguissa recupera palla a centrocampo e fa partire un'azione meravigliosa che si conclude con il suggerimento perfetto di Lozano per Osimhen, il quale timbra il cartellino con un semplice tapin. Al decimo Zielinski tenta di sorprendere Audero con un tiro da fuori ma la palla termina tra le braccia del portiere doriano. Tre minuti dopo altra combinazione stratosferica da parte degli uomini di Spalletti: Lozano recita ancora la parte di assistman e scarica per Zielinski, il quale calcia con il mancino e trafigge Audero. Poco dopo il Napoli sfiora addirittura il pokerissimo ma Osimhen manda al lato da ottima posizione. Al ventitreesimo entrano Politano ed Elmas in luogo di Insigne e Zielinski. Il Napoli gestisce senza rischiare nulla e anzi, nel finale va anche vicino alla quinta marcatura con il neoentrato Ounas che con una tecnica impressionante arriva fino alla porta ma calcia addosso ad Audero. Termina così il match: Sampdoria-Napoli 0-4. Gli azzurri non si fermano più. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Lombardi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore