Prima sconfitta in campionato per il Napoli: l'Inter vince 3-2 una gara rocambolesca

Giuseppe Lombardi

Non bastano le reti di Zielinski e Mertens

Nel posticipo della tredicesima giornata di campionato il Napoli affronta l'Inter allo stadio Giuseppe Meazza di Milano. Azzurri in campo con il 4-2-3-1 con Lozano, Zielinski e Insigne alle spalle di Osimhen. I nerazzurri rispondono con un 3-5-2 con il tandem offensivo composto da Lautaro Martinez e Correa.


Nella prima frazione di gioco I padroni di casa ci provano al settimo minuto con un colpo di testa di Lautaro che termina di poco alto. Al sedicesimo Darmian avanza palla al piede e tira da fuori non inquadrando lo specchio. Un minuto dopo Zielinski ruba palla a Barella e fa partire Insigne, il quale porta palla e scarica ancora per il centrocampista polacco che tira dalla distanza portando il Napoli in vantaggio.  Al ventitreesimo Barella calcia in area spedendo la palla sul braccio largo di Koulibaly: con l'ausilio del VAR viene decretato il penalty e dal dischetto Calhanoglu spiazza Ospina. Al trentacinquesimo Lautaro si gira in un fazzoletto e calcia mandando la sfera di poco al lato. Qualche istante più tardi Osimhen spreca una ghiotta chance calciando addosso ad un difensore all'interno dell'area di rigore. Nel finale l'Inter passa in vantaggio in occasione di un corner: cross perfetto di Calhanoglu e colpo di testa vincente di Perisic, che anticipa Anguissa e timbra il cartellino. Si va così all'intervallo sul punteggio di 2-1.


Nella ripresa ci prova subito Lautaro con un tiro a pochi passi dalla porta che viene respinto provvidenzialmente da Ospina, poi Lozano si rende pericoloso con un tiro sul secondo palo salvato da Skriniar. Subito dopo Osimhen si fa male subendo un bruttissimo colpo allo zigomo: entra al suo posto Petagna. Al sedicesimo arriva la terza rete dell'Inter: ripartenza letale dei padroni di casa, Correa avanz e serve Lautaro sulla destra, che calcia sul secondo palo battendo Ospina. A venti dal termine Spalletti inserisce Mertens ed Elmas in luogo di Lozano e Insigne. È proprio il belga a riaprire la contesa con una perla da fuori area che trafigge Handanovic. Finale travagliato: Mario Rui colpisce perfettamente di testa costringendo il portiere avversario a compiere un autentico miracolo. Ad un minuto dal termine ancora Mertens ha un'occasione d'oro ma spara alto da ottima posizione. Termina così al Meazza: Inter-Napoli 3-2.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Lombardi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore