Il New Cap Marigliano al Memorial Ninì Coccia

Giovanni Caruso

Pallacanestro

GRAGNANO - Si disputerà sabato 7 gennaio a partire dalle ore 17 al Pallone geodetico di Gragnano il "Memorial" Ninì Coccia, storica figura dei quadri dirigenziali dell'allora Talbot Stabia. Dopo il terremoto che colpì la campania nel 1980 la società di Castellammare, vista la chiusura delle strutture, si trasferì a Gragnano dando vita ad uno dei movimenti più importanti a livello nazionale.

 La prima squadra femminile raggiunse la serie A1 arrivando ai playoff scudetto, mentre le giovanili curate da Mimmo Montuori, centrarono ben 5 finali nazionali, sfiorando lo scudetto nel 1990 a Cagliari, perdendo solo la finale contro la corazzata Cesena. Tantissime ragazze sono passate su quel parquet, e Ninì era uno dei pilastri fondamentali di quella società. 

Ninì Coccia era un gran signore, mai una parola fuori posto, mai una lite, mai un urlo durante la partita, niente di tutto questo. Solamente sorrisi e grande aplomb, da baronetto. Sembrava quasi che non fosse delle nostre parti o quantomeno non si riscaldava durante partite accese e piene di impeto. Dopo aver lottato per anni con la malattia, l'anno scorso dopo aver partecipato ad un ultima rimpatriata con le sue ragazze, si è spento nella sua Castellammare. 

Ora la figlia Valeria ha voluto dedicargli questo momento, chiamando anche qualche ragazza che in quegli anni giocava nella sua squadra, nonchè due selezioni giovanili del New Cap Marigliano e della Givova Ladies Scafati che hanno accettato entusiaste l'invito. E' proprio di questi personaggi che la pallacanestro femminile oggi ha bisogno. I tempi erano diversi, vero ma gente come Ninì Coccia manca a tutti. E non è un caso se lo slogan della manifestazione sarà Ninì Coccia, IL DIRIGENTE COL SORRISO.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giovanni Caruso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore