Pallacanestro, EUROCUP DI MOSCA 2019: la medaglia d'argento attraversa Brusciano

Nicola Riccio

BRUSCIANO - MOSCA  - Sara Braida e Giovanna Franzese, rientrano da Mosca dopo aver conquistato il secondo posto al DIBF EuroCup.

La competizione Internazionale andata in scena dal 20 al 23 novembre in terra moscovita le ha viste nell'ordine Head Coach e Assistant Coach dell'ASD Sordi Pesaro. 

Vittoria dopo vittoria, pazienti e attente, hanno guidato le ragazze disputando due gare al giorno e raggiungendo un risultato di notevole pregio. La compagine italiana del Capitano Simona Cascio, ha ceduto solo in finale al Tyla Kaunas, formazione Lituana, conquistando il titolo di Vice Campioni d'Europa.

La competizione per Club si e' svolta nella suggestiva cornice del Palace of Sports Dynamo di Mosca e ha dato la possibilita' a Coach Braida (al suo nono anno alla guida della Nazionale) e al Team Leader Beatrice Terenzi di mettere a punto tutto quanto necessario in vista degli Europei di Cagliari che le stesse ragazze affronteranno vestendo la maglia della Nazionale Italiana Sorde, il prossimo giugno.

Sara e Giovanna, l'efficienza del Nord che incontra la tenacia del Sud, tornano in palestra con la medaglia al collo, ad attenderle ci sono i giovani atleti della Phoenix Basket Brusciano (Associazione Sportiva fondata insieme a Francesca Lagioia e Maria Teresa Monda) e della M&B Basketball (nata dalla collaborazione con la Mini and Basket Player Marigliano di Antonio Nappi), increduli e orgogliosi possono toccare la Pallacanestro oltreconfine, conoscere una nuova realta' sportiva e dare concretezza ai loro sogni.

"Sia io che Sara alleniamo a Brusciano con la stessa passione e dedizione che c'e' dietro questa medaglia" le parole di Coach Franzese.

La Nazionale Italiana Sorde nasce da un'idea di Beatrice Terenzi (anche Direttore Tecnico) e Elisabetta Ferri, entrambe continuano a seguire l’ambizioso progetto  con professionalita' e abnegazione, ricercando fondi per consentire raduni di allenamento e promuovendo l'inclusione in squadra e il diritto allo sport di ragazze con difficolta' uditive.

Oggi la Nazionale sotto il coordinamento della Federazione Sport Sordi Italia (FSSI) vanta un Palmares di tutto rispetto e l'ultima medaglia lascia presagire un futuro ancora piu' vincente.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore