Alusìa di Marigliano alla tappa napoletana del TorchRun Special Olympics

Giovanni Caruso

MARIGLIANO - In occasione dei Giochi Nazionali Estivi che si terranno a Torino dal 4 al 9 giugno 2022, Special Olympics come da prassi internazionale ha organizzato il TORCH RUN. La Torcia Olimpica è partita da Udine il 18 marzo e, girando lo Stivale è arrivata a Napoli, via mare dalla Sardegna.

Il giro in città è partito dal Circolo Savoia alle ore 10:00 e l'ha attraversata con una una staffetta di circa 200 atleti, con e senza disabilità; alle ore 11 la fiaccola ha raggiunto Piazza Municipio, dove si è conclusa la cerimonia con l’accensione del Braciere Olimpico alla presenza dell'assessore allo Sport e alle Pari Opportunità Emanuela Ferrante e dell'assessore alle Politiche Sociali Luca Trapanese, da sempre attenti all'integrazione anche in campo sportivo.

I Tedofori sono stati accompagnati per tutto il percorso da Campioni del territorio Campano e tra questi era presente Alessia De Dura, atleta della ASD Pattinaggio Artistico Alusia di Marigliano che ha conquistato nel 2008 il titolo Mondiale nella specialità Coppia Danza con Giacinto Di Palma a Taipei. Siamo riusciti a strappare una piccola intervista ad Alessia che tra l’altro è impegnata con le gare di Solo Dance a Montesilvano in Abruzzo.

Quale è il ricordo che ti è rimasto ancora dentro di te fino ad oggi da quella vittoria del Mondiale a Tapei?

"La vittoria del Mondiale è stata il raggiungimento di un obiettivo lavorato.. sudato… quindi è stato il risultato di tantissime rinunce ed è stata una grande soddisfazione sia per la mia famiglia, che mi hanno seguìto sempre in ogni mia scelta, che per la mia allenatrice Giuliana Iossa che ha sempre creduto in noi sacrificandosi e credendoci fino alla fine nelle nostre potenzialità ed è questa che è stata la vera vittoria del Mondiale".

Cosa ti ha spinto poi a seguire la disciplina del pattinaggio artistico come allenatrice e non come atleta?
“Dopo la vittoria del mondiale sono stata circa 1 anno lontana dalla pista.. dallo sport.. perché lo sport a livello agonistico ti porta a tante rinunce e sentivo il bisogno di una pausa ..poi.. non ce l’ho fatta ad abbandonare totalmente la mia passione e la mia allenatrice Giuliana Iossa mi ha avvicinato all'insegnamento, quindi ringrazio soprattutto lei se ora la mia passione è diventata anche il mio lavoro che amo tantissimo".

Sei soddisfatta dei risultati fino ad ora ottenuti come allenatrice ?
"Si, direi che sono soddisfatta ma so che ho ancora tanta strada da fare e i miei obiettivi come allenatrice nei confronti dei miei atleti sono quelli di raggiungere i miei stessi risultati anzi di superarli per far provare anche a loro l’emozione che ho vissuto io negli anni da agonista".

Da parte del Team Alusìa di Marigliano vanno i ringraziamenti al comitato regionale FISR Campania col Presidente Francesco Rossi e al delegato Prof. Claudio Scala.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giovanni Caruso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250