Marigliano, Karting: Giuseppe Piccolo, 11 anni, Campione Nazionale di categoria

Antonio Credendino

Il campioncino mariglianese è salito sul podio più alto, nella gara pugliese di Ugento (LE)

MARIGLIANO -  Il Campionato Italiano di Karting ha premiato Giuseppe Piccolo, 11 anni (da compiere), mariglianese doc., appena “laureato” nella scuola primaria. Lo scorso weekend, sulla Pista Salentina di Ugento (LE), il campioncino, nativo e residente a Marigliano, è salito sul gradino più alto del podio del Campionato di categoria. Malgrado le temperature che hanno sfiorato i 40 gradi e con un livello di competitività nazionale, il giovane Giuseppe ha saputo farsi valere nella categoria più "verde" dove, con autorevolezza, a bordo del suo mini bolide, ha conquistato una vittoria entusiasmante mettendosi alle spalle i pari età del resto di Italia per questa categoria. Giuseppe Piccolo, nonostante l’età, non è certamente nuovo sulla scena motoristica nazionale.

Al campionato nazionale si è presentato da leader della classifica del Campionato Regionale. Nel primo Round del Campionato nazionale aveva già sfiorato il podio. A Franciacorta, un contatto con un avversario "troppo focoso", lo aveva costretto fuori dalle premiazioni. Ad Ugento, invece, si è concretizzato quanto di buono aveva fatto vedere. Il capolavoro è avvenuto con la partenza dalla piazzola, tre in griglia di partenza e gara condita con aggressività ed attenzione tattica. La vittoria nella finale del secondo Round della kermesse tricolore, proietta Giuseppe Piccolo tra i giovani piloti più “attenzionati” nel panorama motoristico nazionale.

Il padre Luigi Piccolo è chiaramente soddisfatto: “Questa vittoria ci ripaga per gli enormi sacrifici che quotidianamente necessita questa disciplina la quale richiede sacrifici e risorse economiche. Il “team” che insieme a mio padre Giuseppe e mio fratello Carlo abbiamo costruito intorno al ragazzo, è carico di passione, il tipo di sport è molto impegnativo sotto il profilo della sicurezza e noi lavoriamo soprattutto in tal senso”. 

Il campioncino Giuseppe, parla già da adulto: “ Il Karting è uno sport che richiede sacrifici sia fisici che mentali, personalmente mi alleno tutte le settimane ma senza trascurare lo studio che per me è uno dei principali obiettivi di vita. Questa passione mi è stata trasmessa da mio padre Luigi, da mio zio Carlo nonché da mio nonno Giuseppe. Da veri maestri mi trasmettono le proprie competenze, dal setup del kart alle traiettorie di guida, sacrificandosi con a me e sostenendomi sia moralmente che materialmente. Il tipo di sport richiede un impegno economico importante, mi auguro che con questa vittoria, possa incontrare qualche sponsor per poter proseguire nella crescita sportiva, non nascondo che il mio sogno è quello che un giorno io possa diventare pilota di Formula 1". 

Che dire, le premesse per crescere ci sono tutte, e se Giuseppe sogna è già a metà percorso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Credendino >>




Articoli correlati



Altro da questo autore