Al Nola Città dei Gigli la prima edizione della Supercoppa Italiana Sitting

Redazione

Sul parquet del PalaFalcone di Pomigliano d'Arco, i campioni d'Italia fanno l'en plein di titoli nazionali. Dopo aver battuto il Volley Giocoparma nella finale di Coppa Italia il Nola si ripete (3-0) e conquista la prima edizione della Supercoppa Italiana. Vittorio Pasciari MVP : "Ci tenevamo a fare il Triplete di titoli nazionali. Non ci poniamo limiti"

 

POMIGLIANO D'ARCO -- La Supercoppa Italiana era l'unico dei trofei che mancava all'appello nel nutrito palmares del Nola Città dei Gigli. E nella prima edizione disputata al PalaFalcone di Pomigliano d'Arco, la squadra dei Pasciari, Guido (allenatore in pectore) e Vittorio (allenatore in campo), non molla d'un centimetro e realizza il "Triplete" di trofei italiani dopo Scudetto e Coppa Italia. Il Volley Giocoparma non riesce neanche stavolta a scalfire il dominio nolano rimediando, come nella finale casalinga di Coppa Italia del 21 novembre 2021, un 3-0 che non lascia rimpianti. Almeno nei primi due set (25-19 e 25-15), mentre è nell'ultimo che la sfida regala emozioni degne di una finale, con Giocoparma che rimonta 4 punti al Nola Città dei Gigli a pochi passi dalla gloria (20 pari), mette il muso avanti (22-23), risponde punto a punto al ritorno dei campioni d'Italia (fino al 27 pari) finché un ace di Quinto chiude i giochi e libera la festa.

Presente sulle tribune del PalaFalcone anche il CT della Nazionale maschile Alizera Moameri. In questa Supercoppa Italiana tra le fila delle due formazioni c’erano ben 7 giocatori della selezione azzurra.

Lacrime per Guido Pasciari a fine partita: probabilmente è la sua ultima da coach del Nola, che nei tornei regionali è già stata affidata al figlio Vittorio Pasciari.

 

PREMIAZIONE

Le autorità presenti al PalaFalcone per assistere alla finale hanno preso parte alla cerimonia di premiazione.

Il presidente del Cip Campania Carmine Mellone ha premiato gli arbitri dell'incontro Stellato e Esposito. 

Il consigliere federale Felice Vecchione, i consiglieri regionali Gino Saetta e Umberto Capolongo, i presidenti territoriali Stefano Aquino (Irpinia-Sannio) e Gaetano Cinque (Caserta) hanno premiato Giocoparma con medaglie e targa di partecipazione.

Il presidente di FIPAV Napoli Carmine Menna ha consegnato la targa di partecipazione al presidente del Nola Città dei Gigli Elvezia Chiacchiaro e alla vicepresidente Gelsomina Pasciari.

Il CT della Nazionale maschile Alizera Moameri ha premiato il palleggiatore del Nola Vittorio Pasciari con il trofeo di MVP della manifestazione.

E' stato infine l'assessore del Comune di Pomigliano, Anna Fiore, a consegnare il trofeo della Supercoppa ai campioni del Nola Città dei Gigli.

 

TABELLINO

Nola Città dei Gigli - Giocoparma 3-0 

(25:19, 25:15, 29:27) 

 

Roster delle finaliste

Nola Città dei Gigli: Geremia Trinchese, Francesco Meo, Vittorio Pasciari, Sergio Ignoto, Alfredo Diana, Guido Pasciari, Francesco Sangiovanni, Italo Aldarelli, Giuseppe Vitale, Giancarlo Quinto, Salvatore Striano. All. Guido Pasciari.

Gioco Parma: Giovanni Marani, Giuseppe La Montagna, Gabriele Camisa, Daniel Farcas Claudiu, Gianluca Poma, Giuseppe Siddiolo, Massimo Zileri, Angelo Gelati, Davide Bassoli.

 

DICHIARAZIONI

Vittorio Pasciari (Nola Città dei Gigli): "Nonostante l'abitudine a queste partite oggi c'era la tensione giusta per affrontare una finale. Non mi aspettavo il premio di MVP, in particolare per il mio ruolo di palleggiatore, sono felicissimo e lo condivido con tutta la squadra. La Supercoppa corona il nostro "Triplete" di trofei nazionali dopo Coppa Italia e Scudetto. Non ci poniamo limiti: da domani guarderemo ai prossimi impegni in Coppa Italia,  Champions e campionato".

 

Giovanni Marani (Gioco Parma): "Ringraziamo innanzitutto la Federazione locale e Nazionale per aver reso possibile tutto questo, le autorità locali e l'Elisa Volley che hanno dimostrato grande vicinanza al nostro sport. Abbiamo trovato un ambiente super-accogliente e il pubblico, al netto dele condizioni meteo, ha risposto presente. Il Nola la conosciamo: si esprime ad alti livelli ormai da anni. Tra l'altro sono molto felice di vedere tra le loro fila giovani atleti pronti a dare il cambio alla vecchia guardia. Il grande merito di Guido è di metterli in campo anche nei momenti che contano per fargli fare esperienza. Noi e tutte le squadre del campionato italiano facciamo la rincorsa sul Nola, riferimento di tutte le altre per la qualità del gioco e soprattutto alcuni fondamentali come la battuta. Noi ripartiamo dall'ultimo set dove siamo stati all'altezza e proveremo a fare di più già dalla prossima competizione ".

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore