Nola, Gigli: "Patrimonio d'Italia"

Redazione

La Festa dei Gigli di Nola diventa “Patrimonio d’Italia” con il Ministro Brambilla

NOLA - “Per l’espressione della capacità di promuovere il turismo e l’immagine nazionale e di valorizzare la Storia e la cultura del territorio con un’interpretazione adeguata ai tempi di oggi”.
Con questa motivazione, il Ministro del Turismo, l’On. Michela Vittoria Brambilla, ha conferito questa mattina il riconoscimento di “Patrimonio d’Italia” alla Festa dei Gigli di Nola nell’ambito della manifestazione di presentazione dell’omonimo progetto.

Un “marchio” importante, conferito a 34 comuni, rappresentativi di altrettante prestigiose kermesse (tra cui anche le città gemellate con Nola come Sassari e Viterbo, rispettivamente con i Candelieri e la Macchina di Santa Rosa), riservato alle eccellenze nazionali che contribuiscono a valorizzare l’immagine dell’Italia ed a generare conseguenti flussi turistici.

“L’Italia
ha un patrimonio unico e straordinario – ha dichiarato il Ministro Brambilla –. Il nostro Paese é da sempre un faro nel mondo per la propria storia, la tradizione, l'arte, la cultura, la creatività e lo stile. Queste eccellenze costituiscono una grande ricchezza che solo l'Italia può vantare. Per questo ho voluto creare un marchio nuovo e prestigioso: “Patrimonio d’Italia” sarà il riconoscimento che ogni anno daremo a queste meravigliose realtà che, nei fatti, si sono candidate ad assumere il ruolo di ambasciatori del nostro paese nel mondo e che godranno di una particolare promozione anche e soprattutto all'estero, proprio in ragione della loro capacità di generare ricadute positive sui flussi turistici nazionali come sull'appeal dell'Italia e del nostro Made in Italy".

Presente alla cerimonia il Sindaco Geremia Biancardi, l’Assessore ai Beni Culturali, Maria Grazia De Lucia Serpico, l’On. Paolo Russo e i consiglieri comunali in quota Pdl, Franco Nappi e Cinzia Trinchese.
“Oggi è un giorno importante per la Città di Nola e la sua meravigliosa Festa – ha dichiarato Biancardi –. Oggi infatti si aggiunge un ulteriore importante tassello allo sviluppo turistico e territoriale dell’intera area nolana. Un riconoscimento prestigioso, il cui logo ufficiale, d’ora in poi, potrà essere usato nell’ambito di ogni nostra iniziativa, come ha sottolineato il Ministro, che arriva in un momento particolare come questo in cui la Città è proiettata al sigillo Unesco. Speriamo dunque che questo sia solo l’inizio di una nuova era per la Festa dei Gigli di Nola, e per la rete delle Grandi Macchine a Spalla, con l’auspicio che presto possiamo festeggiare anche un altro importante riconoscimento, quello a cui Nola sta lavorando da tempo ormai, e cioè il tanto atteso e sognato Unesco”.

“Quest’oggi Nola oggi si candida ufficialmente a polo di attrazione turistico dell’intera area nolana – ha dichiarato l’On. Paolo Russo –. E’ giunto finalmente il momento che la Festa dei Gigli esca fuori dai luoghi comuni e dalle “mura domestiche” per raggiungere traguardi importanti come questo. Un marchio che premia la Città, la sua Storia e la sua immensa Cultura”.

Autilia Napolitano

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250