Quinta edizione della Sagra della Nocciola Mortarella, sabato 17 e domenica 18 a Taurano.

Giuseppe Buonfiglio

Nell’ambito degli Incontri Internazionali del Folclore Invernale, sagra della nocciola mortarella nel centro storico tra vicoli, cortili e supportici. Le Serate saranno allietate da buon vino, birra, tanta buona e bella musica con Eugenio Bennato e la Paranza dell’Agro (sabato 17 dicembre) e Zeketan – Carlo Faiello (Domenica 18 dicembre). È una due giorni da non perdere assolutamente.

Anche quest’anno, ai visitatori, che speriamo siano numerosi, come già avvenuto negli anni scorsi, saranno riservate squisite prelibatezze, un coinvolgente folklore e un singolare artigianato locale ma anche interessanti visite guidate al centro storico, trasformato in un percorso artistico open air arricchito da grandi murales e da piastrelle d’autore ed infine i suggestivi mercatini natalizi.

Da non perdere la visita guidata alle numerose chiese e al convento francescano trecentesco.

È questa, insomma, l’occasione buona per venire a Taurano, un caratteristico paesino della Bassa Irpinia, immerso nel verde, situato nell’immediato retroterra napoletano, facilmente raggiungibile da Napoli, Caserta, Avellino e Salerno con l’autostrada; buone le uscite di Nola, Baiano e Palma Campania.

Anche quest’anno, per la quinta edizione, la regina della festa è la nocciola mortarella; in questa interessantissima due giorni la potremmo gustare in tantissime specialità culinarie tipicamente locali come: il pane alle nocciole,  gli spaghetti in salsa di nocciole, le polpette alla nocciola e soprattutto tanti golosissimi dolci a base ovviamente, di nocciola.

Inoltre ad esaltare le serate ed il ricco menù saranno anche i piatti tipici della tradizione irpina, i vini delle cantine locali, birra, balli, tantissima musica e bella compagnia.

La caratteristica della sagra, allestita dalla Pro Loco Taurano, nell’ambito degli Incontri Internazionali del Folclore Invernali, insieme al Comune e al Comitato della festa dell’Assunta, è arricchita dal pieno ed entusiastico coinvolgimento delle nostre brave casalinghe.  Allegria, bontà, calore, divertimento, cultura, aria di Natale….ci sarà proprio tutto a Taurano, un efficace modo per staccare la spina dalla routine giornaliera e godersi l’armonia e la semplicità dello stare insieme.

 

Informazioni su la Sagra della Nocciola e sul Mercatino di Natale

La sagra non è solo degustazione degli ottimi prodotti tipici ma anche cultura, visite guidate al centro storico e alle sue chiese. È allestito anche un mercatino di Natale.

E possibile degustare i prodotti anche a pranzo di domenica 18 dicembre (è consigliabile prenotare).

Quando: sabato 17 e domenica 18 dicembre 2016

Dove: Centro Storico di Taurano (AV)

Info e contatti: tel: 3290071208 – 0818240280-

email: buonftom@virgilio.it

 

La Mortarella

La nocciola Mortarella campana ha una dimensione medio-piccola ed è caratterizzata da frutti anche non uniformi e piccoli. La forma è leggermente allungata, sub-cilindrica e compressa lateralmente, si distingue per il perisperma (la pellicola interna) facilmente staccabile. Il guscio è abbastanza sottile, di colore marrone chiaro, con lievi striature di colore più intenso e leggermente schiacciato nella parte inferiore. La polpa è aromatica, consistente, di colore bianco-avorio; di sapore pregevole, quando viene tostata rimanda a sentori di crosta di pane e caramello.

La Mortarella è coltivata in quasi tutte le aree corilicole campane (ad eccezione del Giffonese) per le sue pregevoli caratteristiche d’idoneità alla trasformazione. I comuni della provincia di Avellino che rientrano nell'area di produzione sono: Mercogliano, Monteforte Irpino,  Mugnano del Cardinale, Ospadaletto d'Alpinolo, Quindici, Sirignano, Summonte, Taurano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Buonfiglio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore