Marigliano, chiusi a Lausdomini i festeggiamenti in onore della Madonna dell'Arco

Redazione

MARIGLIANO - Si sono chiusi a Lausdomini i festeggiamenti in onore della Madonna dell’Arco con uno splendido spettacolo di fuochi d’artificio offerto dalla II Associazione dei battenti. È stata una serata intensa e ricca di emozioni, una festa che ha coinvolto tutto il popolo, la migliore tra quelle che si ricordano.

 L’Associazione, guidata dal presidente Giuseppe Faicchia, ha profuso un grande impegno per l’ottima riuscita dei festeggiamenti, riuscendo a coinvolgere e ad aggregare l’intera comunità che negli ultimi anni pare si sia  dispersa con una fuga degli abitanti verso altre realtà vicine come San Vito, Istituto Anselmi, Pontecitra, Mariglianella, dove uomini, donne e ragazzi stanno sperimentando accoglienza, partecipazione, ascolto, attenzione.

Le centinaia di persone che hanno assistito allo spettacolo pirotecnico, interrompendolo più volte con scroscianti applausi,  lottano  insieme ai battenti per difendere l’ultima tradizione di fede e devozione del paese, sopravvissuta a decenni di sistematica cancellazione della memoria collettiva.

 Lausdomini fu, infatti, uno dei primi borghi della diocesi di Nola, a promuovere il culto della Vergine venerata nel santuario di Sant’Anastasia realizzando fin dal Cinquecento grandi pellegrinaggi penitenziali il Lunedì in Albis. Una devozione secolare che nonostante gli ostruzionismi,  che allontano la gente,  è ancora più viva che mai.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



Viaggi Lucio
test 300x250
In Evidenza
test 300x250