San Vitaliano anticipa il Fucarone a sabato 13 : festa a base di tammorra e street food  

Nicola Riccio

Con l'accensione dei falò si svolgono i festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate propiziatori per l'anno appena iniziato

SAN VITALIANO - Quella del Fucarone è una delle feste più tradizionali del napoletano. Si tratta dei festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate , santo del Fuoco e protettore degli animali, che si svolgono il 17 gennaio di ogni anno.

Durante la festa di Sant'Antonio Abate, vicoli e strade delle città partenopee vengono illuminate con piccoli e grandi falò. Il rito vuole che tutti coloro che hanno a che fare con il fuoco vengono posti sotto la protezione di sant'Antonio, in onore del racconto che vedeva il Santo addirittura recarsi all'inferno per contendere al demonio le anime dei peccatori. La fiamma, secondo la credenza popolare, ha quindi il potere di purificare e scacciare via malattie e malocchi dall'anno appena iniziato.

San Vitaliano mantiene viva questa tradizione , anticipandola da mercoledì 17 a sabato 13 gennaio, così da allargare la forbice di chi potrebbe partecipare alla festa.

La Pro Loco di San Vitaliano, col patrocinio del Comune di San Vitaliano, nell’ambito de La Fontana del Villaggio, ed in collaborazione con diverse associazioni locali, daranno vita ad un serata di festa a base di musica, cibo e senso di comunità.

Appuntamento per sabato 13 gennaio a partire dalle ore 18.00 presso Piazza Da Vinci, lo slargo antistante la casa comunale, con musica e tammorre. Alle 19.00 la Benedizione degli animali e l’accensione del Fucarone. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore