Nola e la cartapesta, arriva una mostra di artisti internazionali

Antonio Franzese

Le opere di artisti cartapestai di fama nazionale saranno esposte nella diroccata chiesa di S.Maria la Nova

NOLA - Un evento nazionale sull’arte della cartapesta. E’ l’idea a cui sta lavorando l’associazione MU.S.A., in collaborazione con il Museo archeologico di Nola, diretto da Giacomo Franzese, in programma per il prossimo mese di giugno.

 Domani pomeriggio, venerdì 4 maggio, alle ore 18.00 proprio presso il museo di via Senatore Cocozza, il progetto sarà condiviso nel corso di un incontro con le istituzioni locali e le associazioni cittadine.

Nola, come Lecce, vanta una tradizione della lavorazione della cartapesta, sicuramente da più di due secoli, incentrata sulla “Festa dei Gigli. Opere di cartapesta di questa tradizione potranno avere una degna collocazione provvisoria nel Museo archeologico e in futuro nella sede definitiva del Museo della Cartapesta. 

Le opere di artisti cartapestai di fama nazionale saranno esposte  nella diroccata chiesa di S.Maria la Nova.  In un settore della mostra, dedicato alla tradizione locale, saranno esposti alcuni pregevoli rivestimenti dei Gigli di Nola, risalenti agli anni 40 e 50.

La ricerca delle opere da esporre sarà curata dal maestro, Ezio Flammia, uno dei maggiori studiosi ed esperti nazionali in tema di lavorazione e storia della cartapesta, e dal maestro Vittorio Avella, socio fondatore di MU.S.A. Gli allestimenti saranno invece coordinati dall’architetto Maurizio Barbato, socio fondatore e segretario di MU.S.A.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250