Festa di San Sebastiano: il programma delle celebrazioni religiose.

Viviana Papilio

Il 20 gennaio è un giorno da sempre caro alla comunità mariglianese. Che siate fedeli o no poco importa, l’effluvio di passione e sacralità che si diffonde nel giorno del Santo Patrono Sebastiano abbraccia come un flusso benevolo l’intera collettività portando, almeno per qualche momento, un sentimento di spiritualità, pace e coesione.

Trattandosi di una ricorrenza schiettamente religiosa, il calendario della festività tralascia i lazzi e le baldorie a cui di solito ci si dedica ampiamente in occasione dei festeggiamenti settembrini in onore di tutti e tre i Santi Patroni mariglianesi, per dare priorità al cammino di gioia nel solco della testimonianza cristiana.

Nell’attesa di domenica 20 gennaio, ove si terrà la consueta processione del Santo, il calendario rispetta i seguenti appuntamenti che si svolgeranno nell’insigne Chiesa Collegiata Santa Maria delle Grazie:

ogni sera dalle 17:45 Recita del Santo Rosario – ore 18:15 Novena a San Sebastiano – ore 18:30 celebrazione Eucaristica;

martedì 15: “Santità è gioia e sorriso” don Salvatore Spiezia;

mercoledì 16: “I santi, gene che osa e si appassiona” don Andrea Sepe;

giovedì 17: “Si diventa santi insieme, il valore della comunità” don Giovanni Varriale;

venerdì 18: “La Preghiera costante è via alla santità” don Baldassare Lombardi;

sabato 19: “Combattimento e vigilanza: armi della santità” S.E.R. mons. Giovanni Rinaldi.

·         Domenica 20 gennaio celebrazioni in onore del Santo:

8,30: S.E.R. Mons. Giovanni Rinaldi, Vescovo emerito di Acerra

10,00 S.E.R. mons. Francesco Marino, Vescovo di Nola

11,00 Processione del Santo, al rientro Celebrazione Eucaristica

18,30 S.E.R. mons. Bbeniamino Depalma, Arcivescovo – Vescovo emerito di Nola.

 

“Carissimi fratelli e amici,

non basta il pensiero dei martiri è necessario non perdere la memoria della fede di chi ci ha preceduto. Festeggiamo insieme il nostro protettore San Sebastiano, chiedendo la Sua intercessione per una fede sempre più forte e matura. Per questo abbiamo nel cuore di poter vivere una riflessione sulla santità a partire dal documento che Papa Francesco ha consegnato alla Chiesa la “Gaudete et exsultate” proprio sul tema.”

Queste le parole di Don Lino D’Onofrio per invitare tutti al nuovo cammino di fede e di festa.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Viviana Papilio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore