Stretta di mano tra la Tunisia e Napoli. A villa Domi Mediterraneo da rilanciare

Anita Capasso

NAPOLI - Il Mediterraneo non e' una barriera, ma un ponte ideale tra culture, musica, danza, tradizioni e buoni sapori. Benvenuti nel gran gala "Tunisia...Napoli. Mediterraneamente", organizzato dal consolato della Repubblica della Tunisia a Napoli. Splendida serata di grande amicizia, fraternita' e condivisione , quella tenuta venerdì 21 giugno nella favolosa Villa Domi.

Quale scenario migliore se non  il panorama suggestivo che  guarda lo splendido golfo di Napoli in termini di incontro tra culture?

E qui, nel giardino della dimora di  via Scudillo,  si rilancia il  Mediterraneo senza steccati. Tra gli intervenuti Maz  Sinaoul, ambasciatore della Repubblica della Tunisia a Roma, Beya Ben Abdelbak Fraoua,  console della Tunisia. Ospite d'onore l'artista M' Barka Ben Taleb. Presente anche il cantautore  partenopeo Enzo Gragnaniello. Il sindaco Luigi De Magistris plaude all'iniziativa.

"Una bellissima serata all’insegna dell’ottima cucina e della splendida musica -afferma De Magistris-  di M’Barka Ben Taleb e del.Coro Giovanile Città di Napoli con il maestro Carlo Morelli. Un modo per celebrare l’incontro e l’unione tra le nostre culture che seppure diverse per certi aspetti, sono in realtà molto simili". Napoli celebra la Tunisia e la Tunisia celebra Napoli, questo il senso della festa del Mediterraneo che si conferma culla di culture.


Un' occasione che  ha unito anche i sapori con gli chef Domenico Falzarano ed Alessandro Tirino che hanno portato in tavola le specialità gastronomiche tipiche della Tunisia e della Campania insieme a Magda Boussama e Vincenzo Giammarino.
-

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore