Marigliano, inizia la messa: si dipinge

Anita Capasso

Le opere di Bozzaotra e Silvestrino

MARIGLIANO - FenomenaNoveArt porta alla luce un sensazionale video documentario del 1970, targato Leo de Berardinis. Si tratta della rappresentazione teatrale itinerante del 1970 con tanti figuranti mariglianesi tra uomini e donne.  Merito e’ del fotografo Enzo Beneduce che puo’ essere definito un documentarista a pieno titolo. 

Marigliano non ha mai dimenticato quei momenti in cui la città era un centro culturale importante e innovativo, che faceva scuola in tutto il circondario. Si riprova con la novena artistica. Don Lino D’Onofrio dà il via alle orazioni e gli artisti dipingono. Con il sesto appuntamento i riflettori sono stati indirizzati sul tandem Oreste Silvestrino e Claudio Bozzaotra. Don Lino dà il via alla novena e contemporaneamente i colori scorrono su tela. A fine messa le opere sono state  terminate e ammirate. 

Claudio Bozzaotra spiega:“Il martirio di San Sebastiano è stato doppio. Prima legato all’albero e colpito dalle frecce e poi successivamente martorizzato. L’opera esprime il tema del doppio messa in mostra attraverso il modello classico del santo risaltato anche dallo sfondo dello specchio, impreziosita  dalla scarnificazione resa possibile dalla scomposizione che mette in risalto anche tratti surrealisti”. 

Oreste Silvestrino precisa:“La tela rappresenta un ominide raffigurante il santo che non è colpito da frecce per intercessione dell’Altissimo che ha assorbito le sofferenze del martire e per questo lacrima sangue. L’esigenza dell’artista è fare della sua realizzazione un’espressione che non è presente in natura. L’opera si presenta in una prospettiva onirica”. 

Due artisti davvero originali che uniti ai tanti artisti hanno dato vita ad una splendida vernissage con l’intento di faci capire che il bello è ancora possibile. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore