Premio Cimitile 2022, inaugurata la kermesse letteraria nel complesso delle Basiliche Paleocristiane

Redazione

XXVII Edizione

CIMITILE – Con l’inaugurazione della mostra d’arte “Alla ricerca della forma dell’acqua. Artisti contemporanei per la salvaguardia del Pianeta” a cura di Giuseppe Bacci, ha preso il via la XXVII edizione del “Premio Cimitile”.

A seguire, nel complesso delle basiliche paleocristiane di Cimitile si è tenuto il convegno: “Effetto acqua. Riflessioni per un utilizzo sostenibile per la salvaguardia dell’ambiente”. Durante il convegno è stato presentato il libro “Acqua. Una biografia” di Giulio Boccaletti, scienziato, fisico, scrittore, uno dei maggiori esperti al mondo di sicurezza ambientale e risorse naturali.

Sono intervenuti: Nunzio Provvisiero, Sindaco di Cimitile; Felice Napolitano, Presidente della Fondazione Premio Cimitile; Elia Alaia, Presidente dell’Associazione Obiettivo III Millennio; Giovanni D’Antonio, Studente del Liceo Torricelli di Somma Vesuviana; Michele Buonomo, Direttivo Legambiente Campania; Giulio Boccaletti, Scienziato, Fisico, scrittore. Ha coordinato i lavori Ermanno Corsi, Giornalista – Scrittore, Presidente del Comitato Scientifico del Premio Cimitile.

 La Fondazione Premio Cimitile con i soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio, dalla prima edizione organizza questa importante rassegna letteraria nazionale che si concluderà il 18 Giugno.

 La settimana di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico sarà densa di eventi, letteratura, convegno internazionale di studi, presentazioni di libri, spettacoli, momenti di riflessione.

A coronare come ogni anno, in un’inaspettata e coinvolgente alchimia finale, l’attesa serata di Premiazione, prevista per sabato 18 Giugno, alle ore 20.30, in cui avverrà la consegna dei “Campanili d’argessionto” ai vincitori della kermesse letteraria. 

Il Comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi premierà prestigiose firme del panorama letterario italiano, distinte in sezione così organizzate: I, opera inedita del genere narrativo, Corrado Pinosio premiata, con “Il Corrotto. Una storia di tangenti negli anni di mani pulite” il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura della casa editrice "Guida" di Napoli, che da anni sostiene con ammirevole spirito di abnegazione il Premio e la sua giusta causa; sezione II, che prevede l’opera edita di narrativa, assegnata a Tiziana Ferrario con “La principessa afghana e il giardino delle giovani ribelli”, Chiarelettere; sezione III, l’opera edita di attualità, attribuita a Walter Ricciardi, con “Pandemonio. Quello che è successo, quello che non dovrà più succedere” - Laterza; sezione IV, prevede l’opera edita di saggistica, assegnata a Carlo Nordio, con “Giustizia ultimo atto. Da tangentopoli al crollo della magistratura", Guerini e Associati; seguirà la sezione V, con la migliore opera edita di archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale, assegnata a Marco Valenti, con “Il Barbaricum: una periferia che si fece centro. Società, insediamento ed economia tra I e X secolo”, Archeologia Barbarica 5. Il Premio Giornalismo “Antonio Ravel” sarà assegnato a Serena Bortone, Giornalista Rai 1, autrice e conduttrice televisiva. Infine, il Premio Speciale andrà quest’anno a Zeudi Di Palma, “Miss Italia 2021”. 

L'iniziativa, vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Cultura, Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Moto Boutique
test 300x250
In Evidenza
test 300x250