A Scario, memorial generale dell' esercito italiano Sebastiano Giuliano.

Redazione

Scario.  Memorial in ricordo del generale dell' esercito italiano, Sebastiano Giuliano. Onore al merito nella cittadina di mare che gli diede i natali: Scario e  Marigliano dove vive il fratello Franco..
L' appuntamento e' per giovedì 8 settembre alle 16 30..Sarà una cerimonia che vedrà intervenire i massimi esponenti dell' arma tra cui anche la marina navale del luogo..
[Ad introdurre la manifestazione sarà la giornalista,Anita Capasso, che ricorderà la figura del generale Giuliano.
Saranno presenti i familiari e il fratello, Franco Giuliano.  Ma chi era  Sebastiano Giuliano? Era anche un mariglianese visto che il papà finanziere si era trasferito insieme alla moglie qui . Entro'  nell'" accademia di Modena nel ' 64. Dopo il triennio frequento' la scuola di guerra a Torino, poi  a Udine, Reggio Emilia, Padova e successivamente al comando Tosco Emiliano di Bologna. Col grado di generale dell' esercito italiano ha condotto i  lupi di Toscana e i Vespri siciliani a Palermo negli anni bui del maxi processo e della morte dei giudici Giovanni Falcone e Paolo  Borsellino. Fu uno  dei primi soccorritori alla strage di Bologna idel 2 agosto .   Comandante delle spedizioni a Sarajevo e in Bosnia Erzegovina. Sono numerose  le missioni umanitarie che ha svolto. tra cui  la. missione Alba a Valona. Nato a Scario  il 13 febbraio  del 1945. era l' orgoglio di .mamma Maddalena Fonseca, originaria del luogo.   A ricordarne l' immenso spessore sarà la  figlia Silvia Giuliano .
Tra i tanti riconoscimenti ricordiamo la croce di bronzo in qualità di
    tenente colonnello: " A  Sebastiano Giuliano nato il 13 febbraio 1945 a San
Giovanni  a Piro (Salerno) con la seguente motivazione: "Capo cellula
G1   inquadrato   nel  comando  della  brigata  multinazionale  nord,
nell'ambito  dell'operazione  Constant  guard/forge,  ha  operato con
grandissima    professionalita',    sicura    competenza,    spiccata
concretezza.  Ottimo  conoscitore  del  corpo  normativo,  dotato  di
eccezionale  spirito di servizio, ha sviluppato un'efficace azione di
consulenza  e controllo nei confronti delle unita' dipendenti, per le
quali  e'  stato sagace consigliere e sicuro punto di riferimento per
direttive,  suggerimenti, supporto tecnico-normativo, sia nel settore
dell'amministrazione  del  personale, sia nel campo giuridico-legale.
Particolare  menzione meritano la pianificazione degli avvicendamenti
del  personale,  nei  settori  chiave  del  comando  della BMNN e dei
reparti   di   supporto,  messa  a  punto  dall'ufficiale  in  teatro
d'operazioni  e  realizzatosi  con  puntualita'  e sincronia, nonche'
l'efficiente  organizzazione  e  coordinamento  delle importantissime
relazioni  esterne  e  delle  cerimonie effettuate in occasione delle
visite  di  altissime  personalita'  italiane  e  straniere. Militare
convinto,  professionista  preparato  ed  entusiasta,  supportato  da
eccellenti  qualita'  umane e professionali e da una vasta e profonda
cultura  generale,  ha  fornito,  in  ogni circostanza, un apporto di
collaborazione e di consulenza estremamente proficuo e fattivo.
    Chiarissimo  esempio  di  ufficiale che ha contribuito in maniera
determinante ad elevare l'immagine della brigata e della Forza armata
in ambito internazionale".
      Sarajevo, 31 marzo-6 ottobre 1998
anche nel settore del comando e controllo
e  del  sostegno  logistico  per  i  materiali  delle trasmissioni ed
informatici.
    Brillantissimo  ufficiale,  animato  da viva passione che, con il
suo  operato,  ha  dato  lustro alla brigata e all'Esercito in ambito
internazionale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore