Nola, la festa dei folli inaugura la Biblioteca Donchisciotte

Redazione

Sabato 19 novembre ore 18:30, con immensa gioia e piacere, la festa dei folli realizza un altro sogno Inaugurando la Biblioteca, condivisa e diffusa, Libreria donchisciotte con il BOOK MOB. Cosa succederà sabato 19 novembre alle 18:30?

 

Bambini, ragazzi, insegnanti, attori, scrittori, sindaci, direttori e bibliotecari, genitori, nonni, zii, amici, e quanti vorranno unirsi liberamente all'iniziativa, si ritroveranno presso la Biblioteca, condivisa e diffusa, donchisciotte nella sede dell'associazione culturale e di promozione sociale la festa dei folli ARCI, portando con sé il proprio libro preferito, del cuore per trasformare la lettura solitaria in un’azione visibile, condivisa, simbolica.

Dopo un segnale convenuto (un fischio, uno squillo...) e mostrando ognuno il proprio il libro, tutti assieme diremo ad alta voce: “I libri sono come la mente: funzionano solo se li apri”. Ciascuno, poi, aprirà il proprio libro e inizierà a leggerlo ad alta voce, per 1 minuto.

         L’apertura della Biblioteca/Libreria donchisciotte, con il Patrocinio morale del Comune di Nola, è un’ulteriore conquista di un nuovo spazio per la cultura. Tanto più se ciò avviene in una periferia, dove non vi sono luoghi in cui condividere il pensiero e le esperienze culturali OLTRE al nostro Spazio/Luogo di Presidio Culturale Permanente.

Un sogno che ha coinvolto e visto una entusiasmante partecipazione della nostra comunità, unitamente ai tanti Enti e privati, che hanno risposto ampiamente alla nostra Call: offrendo numerosi libri per arricchire la raccolta della Biblioteca donchisciotte che vuole fare della lettura un bene prezioso e un’abitudine da diffondere per favorire un aumento di lettori.

Dunque, Biblioteca condivisa grazie alle cospicue donazioni di Enti privati e persone di libri cartacei sia di recente pubblicazione che quelli, la maggior parte, che non utilizzano più, i manuali abbandonati negli scaffali e nelle cantine della propria abitazione, così come i volumi non più utilizzati a cui si vuole dare una seconda possibilità mettendoli a disposizione di altre persone. Donazioni cui abbiamo voluto dedicare delle sezioni per restituirne la generosità.

Ci sarà la Sezione Luigi Buonauro, un sentito e affettuoso omaggio al compianto e mai dimenticato prof. Luigi Buonauro, stimato docente di Diritto Amministrativo all’Università Federico II di Napoli e figura di spicco dell’ambiente culturale e politico nolano.

La Sezione prof. Gaetano Minieri, uomo dalle forti passioni che riversava nella “ricercata” pratica dell’insegnamento come maestro di scuola, nelle esperienze politiche, come autore nonché fondatore del giornale Opinione e della Libreria Editrice Giordano Bruno.

Siamo fieri delle Sezioni dedicate all’Associazione Premio Elsa Morante, alla Fondazione Premio Napoli e al Premio Campiello. Fieri della condivisione del progetto della Biblioteca e delle future collaborazioni in aggiunta al nostro gruppo di lettura.

Molto orgogliosi di avere una Sezione della Biblioteca diocesana S. Paolino.

Inoltre, siamo un Punto di Lettura per le bambine e i bambini fino a sei anni di età e ai loro genitori promosso dalla Regione Campania attraverso la Fondazione Pol.i.s per contrastare la povertà educativa e la devianza sociale.

Biblioteca diffusa per la convinta adesione di diverse attività commerciali e svariate realtà anche di associazioni che mettendosi in rete, dedicano un angolo dei propri locali all'esposizione dei libri che chiunque può consultare e prendere in prestito, favorendo la nascita di piccoli punti di cultura.

Sabato 19 novembre gettiamo il seme per un’altra scommessa/sogno: aprire una Libreria indipendente. Siamo grati alle case editrici per la immediata e favorevole accoglienza del nostro ambizioso progetto: Ad est dell’equatore, Langella Edizioni e Wojtek Edizioni. Case editrici consapevolmente scelte per una comune visione progettuale. Siamo in attesa dell’arrivo di nuovi volumi di altre case editrici.

All’inaugurazione della Biblioteca donchisciotte saranno presenti: don Luigi Mucerino, direttore della Biblioteca diocesana S. Paolino, Giuseppe Bonino, Responsabile della Biblioteca comunale di  Nola, Raffaele Barone, Sindaco di San Paolo Belsito, Vincenzo Simonelli, Sindaco di Saviano, Carlo Buonauro, Sindaco di Nola, Massimiliano Manfredi, Consigliere Regionale Campania.

L’obiettivo è fare diventare la Biblioteca/Libreria donchisciotte un Luogo non solo di avvicinamento alla lettura, ma anche Spazio di socialità e di incontro, vivace e frequentato anche grazie alla presentazione di libri, a incontri con gli autori, a gruppi di lettura, a laboratori e attività con i bambini e ragazzi.

Una Biblioteca piena di storie raccontate con diversi media: dalla voce alla carta, dalla musica al film.

Il primo piano dedicato alla lettura, allo studio e al coworking, con la sua ampia collezione di più di mille volumi di letteratura, teatro, poesia, storia, filosofia, religione, sezione locale, scienze, tecnologia, informatica, lingue, scienze sociali, arte, fotografia, diritto, economia. 

Il piano terra amplia le opportunità di incontro, questi spazi sono dedicati anche al cinema, al gioco da tavolo e al bar riscaldati dal dolce tepore della fiamma del camino.

Un buon libro e una tazza di the sono un rimedio essenziale per fare una pausa dalla routine di tutti i giorni, una vera e propria medicina per l’anima. Ma se ci troviamo tra le mani un libro che è stato donato da qualcun altro, ciò acquisisce un significato ancora più grande.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore