Teatro Viviani-Recital esclusivi di Francesca Marini e Eugenio Bennato

Paolo Isa

in foto: Eugenio Bennato, sabato 30 aprile ore 21

Francesca Marini, in prima assoluta al Trianon Viviani, venerdì 29 aprile, alle 21, con Mia cara città, il recital in due tempi prodotto dal Teatro Totò.

Dopo lo spettacolo recente, dedicato a Edith Piaf, l’artista ripercorre ora canzoni, aneddoti e poesie della grande tradizione partenopea, per una piccola antologia appassionata del Novecento.

In programma le canzoni famose dai maggiori poeti e compositori del Secolo breve, come Salvatore Di Giacomo, Libero Bovio, E. A. Mario, Ernesto Tagliaferri e Salvatore Gambardella, per spingersi poi fino ai nostri tempi con brani di autori che, sulla scia dei loro predecessori, hanno descritto con sensibilità moderna la nostra bella e cara città.

Francesca Marini è accompagnata da Franco Farina (pianoforte e tastiera) e Claudio Romano (chitarre e mandolino).

I testi sono di Roberto Criscuolo e Gaetano Liguori, che firma anche il disegno luci e la regia.

Termina con una festa al Trianon Viviani, sabato 30 aprile, alle 21, il tour di “W chi non conta niente”, che ha portato la musica di Eugenio Bennato in giro per l’Italia e all’estero e che due giorni prima di tornare a Napoli si ferma a Colonia, in Germania.

Il cantautore ha scelto il teatro della Canzone napoletana per presentare in anteprima live il nuovo singolo “Welcome to Napoli”, primo estratto del nuovo disco in uscita a fine 2022, che parla della città come luogo dell'accoglienza, dove si rispettano e si valorizzano le diversità.

Grazie alla collaborazione del conservatorio san Pietro a Majella, per questo concerto partenopeo, Eugenio Bennato interpreterà il brano assieme alla cantante ucraina Juliana Pylypiuk, la pianista Tetyana Sapeško, di origine russa e ucraina, e la violinista russa Inna Kulikova, per sottolineare la necessità dello spirito della pace, della condivisione delle culture e della fratellanza tra i popoli.

In W chi non conta niente, Bennato (voce, chitarra classica, mandola, chitarra battente) sarà accompagnato sul palco da una parte dell’ensemble vocale le Voci del Sud – Laura Cuomo, Francesco Luongo, Angelo Plaitano e Daniela Dentato – e da Ezio Lambiase (chitarra classica e chitarra elettrica), Mujura (chitarra acustica e basso), Sonia Totaro (voce e danza) e Francesca Del Duca (voce e percussioni).

Un grande impatto visivo per trasmettere energia e fiducia al pubblico che si riaffaccia a vivere un concerto dal vivo dopo le tante limitazioni degli anni passati. Un nuovo live, con brani scritti negli ultimi tempi, che si uniscono alle storie che da sempre Eugenio racconta al suo pubblico. I nuovi lavori sono ispirati alle tematiche attualissime dell’integrazione e della valorizzazione delle identità mediterranee e dei Sud del mondo, la lotta alla globalizzazione imperante, le migrazioni e le paure del ricco occidente.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Paolo Isa >>




Articoli correlati



Altro da questo autore